Tortino di panettone e mele

tortino di panettone e meleEcco un’idea per recuperare il panettone avanzato dalle feste: tortino di panettone e mele. Si tratta di un piccolo sformato, realizzato con fette di panettone leggermente ammorbidite nel latte, farcito con crema di limone e mele. Si tratta di un dessert non troppo impegnativo dal punto di vista calorico, in cui i grassi del panettone tendono ad essere bilanciati dalla freschezza delle scorzette di limone con cui è realizzata la crema e dall’acidulo delle mele.

Tortino di panettone e mele: ingredienti per 3 monoporzioni

3 fette di panettone di medio spessore
1 mela grande o 2 piccole (se vi piacciono i contrasti accentuati potete scegliere le renette o le annurche)
mezzo bicchiere di latte o di liquore per dolci

per la crema al limone:
400 ml di latte
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di amido di mais
la scorza grattugiata di un limone

Preparazione del tortino di panettone e mele

  1. Iniziate con la preparazione della crema pasticcera: mettete i due tuorli in un pentolino, unite metà dello zucchero, mescolate con una frusta fino ad ottenere una crema spumosa, unite il latte a filo sempre mescolando, quindi aggiungete il resto dello zucchero e l’amido di mais. Mescolate per sciogliere eventuali grumi, poi trasferite il pentolino sul fornello, a fuoco basso, e mescolate bene. Quando la crema raggiungerà il primo bollore e la crema inizierà ad addensarsi, spegnete il fornello, unite le zeste grattugiate di limone e lasciate freddare per qualche minuto.
  2. A questo punto, non resta che comporre i tortini: ammorbidite le fette di panettone bagnandole leggermente con un filo di latte (o liquore per dolci) e utilizzatele per foderare delle coppette di ceramica (quelle che vanno anche in forno). Sarà necessario dividere la fetta di panettone in due o tre parti per rivestire completamente le pareti della coppetta.
    rivestite le ciotoline con carta fornofoderate le ciotoline con le fette di panettone
  3. Fatto questo, riempite le ciotoline di panettone con 1-2 cucchiai di crema pasticcera al limone e coprite con fettine di mela tagliata a lamelle sottili, chiudete con un’altra fetta di panettone appena ammorbidita (sempre con latte o liquore).
    farcite le ciotoline di panettone con cremachiudete i tortini
  4. A questo punto pressate il tortino di mele con le dita, per compattare bene il tutto e farlo aderire al contenitore, ripassate in forno per 10 minuti a 180 gradi, quindi sfornate, lasciate freddare qualche minuto e servite.

 

Menu Natale 2013 a base di pesce

Siete alla ricerca di qualche idea utile per il Menu di Natale 2013? Eccovi alcune proposte per la cena della Vigilia, un menu tradizionale a base di pesce, che potrete naturalmente modificare e adattare alle vostre esigenze.

baccalà mantecatoLa prima ricetta del menu di Natale 2013 è decisamente versatile, perché si tratta del baccalà mantecato, che può essere servito come antipasto – insieme a dei crostini, oppure come primo piatto , accanto a fette di polenta grigliata, o in alternativa come secondo piatto, insieme ad un contorno di patate o verdure al forno.

A seguire un piatto a base di pasta con baccalà, pomodorini, olive e pinoli: semplicissimo da fare (non c’è bisogno di prepararlo il giorno prima perché ci vorrà mezz’ora in tutto, specie se tagliate il pesce a dadini piccoli).
pasta con baccalà
Come secondo piatto (che in realtà potete servire anche come antipasto sfizioso) vi propongo degli involtini di pasta fillo con baccalà (in alternativa potete usare del semplice merluzzo), zucca e verza viola.
nvoltini di pasta fillo l'interno
E per concludere, al posto del classico pandoro e panettone, vi consiglio un morbido pan brioche all’arancia. E oraa non resta che augurarvi Buon Natale!
pan brioche all'arancia

Pasta con baccalà, pomodorini, olive e pinoli

pasta con baccalà Un’idea per un primo piatto di pesce rapido, facile e buono? Provate la mia pasta con baccalà, pomodorini, olive e pinoli, che ho realizzato qualche settimana fa: prevede pochi ingredienti e una procedura semplicissima. I formati di pasta ideali per preparare questo piatto sono paccheri, rigatoni giganti rigati (come quelli che ho usato io) o conchiglioni, perché il condimento è piuttosto corposo.

Ingredienti per 4 persone:
mezza cipolla
1 carota
400 g di baccalà
200 g di polipetti (opzionali)
15 pomodorini pachino (oppure 7-8 vesuviani tagliati a dadini)
una lattina di olive nere denocciolate
70 g di pinoli
un mazzetto di prezzemolo
pepe
olio extra vergine di oliva
mezzo bicchiere di vino bianco

Procedimento per preparare la pasta con baccalà, pomodorini, olive e pinoli:

baccalà pronto da cuocere

  1. Dopo aver pulito e lavato sia il pesce che i pomodorini, versate un filo d’olio ina una padella capiente, scaldatelo e aggiungete la cipolla tagliata a fettine sottili e la carota a dadini piccolissimi. Mescolate e fate cuocere per un paio di minuti.
  2. Aggiungete il baccalà tagliato a pezzettini, i polipetti ben puliti e lasciate cuocere per 5-6 minuti.
    carote e pesce in cottura
  3. Unite i pomodorini e sfumate con il vino, lasciate evaporare l’alcool, poi proseguite la cottura per altri 10 minuti circa.
    unite i pomodorini al pesce
  4. Poi unite le olive denocciolate e lasciate cuocere altri 5 minuti per insaporire. A questo punto, aggiungete i pinoli tostati (che avrete tostato a parte in un padellino per un paio di minuti) e servite con foglioline di prezzemolo.pasta con baccalà olive pomodorini

Pan brioche all’arancia

pan brioche all'aranciaSì, lo ammetto volevo fare il pandoro, ma non ho avuto tempo di farlo. Negli ultimi mesi io e il mio blog siamo arrivati ad un compromesso: ho promesso di non trascurarlo, impegnandomi ad aggiornarlo una volta alla settimana, ma in cambio non deve pretendere i ritmi dell’anno scorso, con ricette sempre laboriose, lunghe e originali. Sembra abbia accettato, ma credo che prima o poi me la farà pagare.
In compenso, ho creato un pan brioche all’arancia profumatissimo, morbido e vellutato, che può essere servito tranquillamente al posto del panettone, in occasione delle feste natalizie, o come pan del mattino, per la prima colazione.
pan brioche arancia

Ingredienti per 3 pan brioche o 10 pan briochini:
circa 600/700 g di farina manitoba
15 g di lievito
150 g di burro
150 g di zucchero
la scorza di un’arancia
5 uova
una tazza di latte

Come fare il pan brioche all’arancia:

  1. Scaldate il latte per 2-3 minuti, scioglieteci il lievito e unite circa 200 g di farina setacciata, mescolate bene fino ad ottenere una pastella semiliquida (come quella che realizzate per pastellare i cibi destinati alla frittura). Coprite la pastella con della pellicola trasparente e lasciatela riposare per un paio d’ore in un luogo caldo.
  2. Trascorso questo tempo, riprendete la pastella, unite il burro sciolto a bagnomaria, le chiare delle uova montate a neve ben ferma e mescolate bene per amagamare fino ad ottenere una crema omogenea.
    primo lievitino per pan brioche
  3. Unite i tuorli, versandone uno per volta, mescolate bene per qualche minuto, qundi unite la scorzetta di arancia e lo zucchero. Fatto questo, unite a pioggia la farina, aggiungendone una manciata per volta, avendo cura di mescolare continuamente e di aggiungere altra farina solo quando la precedente sarà stata assorbita. Smettete di aggiungere farina nel momento in cui otterrete un impasto consistente, ma ancora molle e appiccicoso (più molle di quello della pizza o del pane per capirci).
  4. Impastate per una decina di minuti, poi trasferite la pasta sul vostro piano da lavoro infarinato e procedete con la lavorazione “a pieghe”: stendete con i polpastrelli l’impasto fino ad ottenere un rettangolo, piegate un lembo del rettangolo verso l’interno e poi piegate anche il lembo opposto sovrapponendolo all’altro: otterrete così un panetto ripiegato a tre. Ripetete l’operazione per 3 volte.
    impasto lavorato per pan brioche
  5. A questo punto coprite l’impasto con un panno asciutto e pulito, attendete 10-15 minuti e rilavoratelo leggermente, ripetete la stessa operazione: 10 minuti di attesa e reimpasto e poi lasciatelo lievitare per 3 ore circa.
  6. A questo punto, dividete l’impasto in 3 o in più pezzature, a seconda degli stampi che avete, imburrateli e sistemare le pezzature all’interno; ricordate però che le pezzature più grandi avranno bisogno di una cottura più lunga.
    fate lievitare 3 ore
  7. Fate riscaldare il forno a 180 gradi statico, infornate per 10 minuti, poi coprite i pan brioche con un pezzo di carta di alluminio, abbassate la temperatura a 160 gradi e proseguite per altri 15-30 minuti, a seconda della pezzatura. Per i pan brioche monoporzione basteranno 25 minuti di cottura in tutto, mentre per un pan brioche grande circa 45/50 minuti.
    cottura in forno pan brioche
  8. Una volta cotto, lasciate freddare e poi servite; conservate il pan brioche (possibilmente ancora tiepido) in buste da surgelamento, che lo mantengono morbido più a lungo.
    pan brioche all'arancia

Qui trovi la ricetta per i mini panettoni con noci e ciliegie candite

Come riutilizzare il pan brioche secco:
Dopo qualche giorno il pan brioche diventerà secco; per recuperarlo tagliatelo a fette, mettetele in forno a 120 gradi e lasciate cuocere per 10-15 minuti: otterrete così delle fette biscottate casalinghe profumatissime, ideali per la prima colazione.

Involtini di pasta fillo con zucca e pesce

involtini di pasta fillo con zucca Quante volte mi è venuto in mente di creare un piatto originale con la pasta fillo? Innumerevoli! Ogni volta che ho mangiato la pasta fillo in qualche parte del mondo: dai rotolini di formaggio comprati nel mercato turco di Nevsehir ai fagottini farciti con frutta secca e miele di Dubai, passando per i dolci tipici greci, quasi tutti a base di pasta fillo. Finalmente, dopo anni di assaggi e idee, mi sono decisa e ho creato questi simpatici involtini di pasta fillo ripieni di zucca e pesce, cotti rigorosamente al forno. Un’idea banale, dal risultato strepitoso: provare per credere!

Per 10 involtini:
10 fogli di pasta fillo
200 g di baccalà dissalato
200 g di zucca
100 g di verza viola
mezza cipolla
mezzo bicchiere di vino bianco
erba cipollina a piacere
olio extra vergine di oliva

Preparazione degli involtini di pasta fillo con zucca e pesce:

  1. Iniziate con la preparazione della zucca, che è l’unico ingrediente che va cotto a lungo: scaldate una padella capiente, versate un filo d’olio, lasciatelo scaldare un minuto, poi unite la cipolla tagliata sottilissima, fatela rosolare per un paio di minuti, quindi unite la zucca tagliata a dadini, sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Quando la zucca sarà quasi completamente cotta (ma ancora soda), spegnete il fornello e lasciate freddare.
  2. A questo punto, pulite il pesce, togliete le spine, la pelle e tagliatelo a dadini. Poi, tagliate, pulite e lavate la verza in abbondante acqua fredda. Una volta ben pulita, strizzatela e tagliatela a sigarette.
  3. Accendete il forno a 180 gradi e nell’attesa che arrivi a temperatura preparate gli involtini: poggiate un foglio di pasta fillo sul fondo di una teglia rivestita con carta da forno, spennellate la pasta fillo con dell’olio di oliva, poi poggiate 2-3 pezzetti di zucca, un pezzetto di pesce e 2 sigarettine di verza, decorate con erba cipollina tritata, arrotolate delicatamente l’involtino e chiudete le estremità, in modo da impedire la fuoriuscita di farcia.
    riempimento involtini di pasta filloinvoltini di pasta fillo arrotolati
    Attenzione: non riempite troppo gli involtini altrimenti si rimperanno al momento della chiusura.
  4. Ripetete l’operazione per tutti i fogli di pasta fillo che avete, fino al termine degli ingredienti; poi spennellate la superficie con dell’olio di oliva e infornate per 15-20 minuti, o fino a quando la superficie non sarà ben dorata. Una volta cotti, sfornate e servite!
    nvoltini di pasta fillo l'interno

Come fare il baccalà mantecato

baccalà mantecatoIdeale da servire come antipasto, accompagnato a delle bruschette, o come primo piatto, insieme ad una polentina calda, il baccalà mantecato è un piatto tipico del Veneto e del Friuli. E’ facile da fare, buono ed elegante, ideale per il cenone di Natale, quello di Capodanno, ma anche per una cena veloce in qualsiasi giorno della settimana. Ho scoperto questo piatto a Trieste, solo pochi mesi fa, e mangiandolo mi sono ricordata di aver appuntato la ricetta nel quaderno che portavo al corso cucina di qualche anno fa. Ecco la ricetta tradizionale per fare in casa il baccalà mantecato.

Ingredienti per 4 persone:
700 g di baccalà già dissalato
acqua
1 tazza di latte
mezzo spicchio di aglio
prezzemolo fresco a piacere
1 bicchiere di olio extra vergine di oliva
pepe a piacere

Come preparare il baccalà mantecato

  1. Preparare il baccalà mantecato è davvero semplicissimo, basta aver un buon mixer (tradizionale o a immersione) e il piatto è pronto in pochi minuti, perchè l’importante è mescolare ed emulsionare bene gli ingredienti.
    cuocere il baccalà
  2. Il primo passo è cuocere il baccalà già dissalato fino a renderlo morbidissimo: adagiatelo sul fondo di una pentola, copritelo con acqua e aggiungete una tazza di latte. Mettete sul fuoco e fate cuocere per circa 30 minuti da quando il liquido inizia a bollire, avendo cura di togliere la schiuma che si formerà durante la cottura con l’aiuto di un mestolo forato.
  3. Quando il pesce sarà morbidissimo (e tenderà a sbriciolarsi), scolatelo con il mestolo e adagiatelo su un piatto, lasciatelo freddare per 5-10 minuti, poi pulitelo togliendo le spine e la pelle, quindi trasferitelo nel mixer (o in un contenitore alto e stretto come quelli in dotazione con il mixer ad immersione).
    scolare il baccalà
  4. Aggiungete l’aglio tagliato a pezzettini, qualche fogliolina di prezzemolo e frullate tutto per qualche secondo, poi unite l’olio a filo e continuate a frullare fino a quando non avrete ottenuto una crema spumosa di baccalà. Alla fine otterrete una sorta di maionese cremosa e vaporosa.
    versare gli ingredienti in un bicchierone
    frullare tutto il baccalà
  5. A questo punto, trasferite il composto in una terrina, decorate con pepe e foglioline di prezzemolo e servite con polenta o bruschette calde.preparare il baccalà mantecato

Privacy Preference Center

    Close your account?

    Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?