Torta di mele: la ricetta segreta

torta di meleVi presento la ricetta della mia torta di mele! Qualcuno di voi si domanderà… perché ricetta segreta? Perché nasce daun’antica ricetta svelata per caso dalla proprietaria di un agroturismo, durante una vacanza nata per caso e all’improvviso. Ma andiamo con ordine.
Innanzi tutto è bene ricordare che non succede mai che un cuoco, o il gestore di un locale, ti sveli una sua ricetta e se lo fa omette sempre qualche passaggio importante o qualche ingrediente fondamentale. Per fortuna, non è stato il mio caso quando, ormai tanti anni fa, chiesi alla signora mantovana dell’agriturismo che ci ospitava la ricetta della sua fantastica e originale torta di mele che ci aveva fatto trovare a colazione.

Devo dire che anche la circostanza era piuttosto bizzarra. In quei giorni infatti, io e la mia famiglia non dovevamo essere a Mantova, ma a Praga. Solo che – come capita spesso a chi viaggia con dei biglietti scontati – al momento dell’imbarco da Fiumicino ci hanno detto che l’aereo era pieno; per andare a Praga avremmo dovuto attendere il giorno dopo e tentare quindi di prendere il volo successivo, sempre con lo stesso rischio di essere sbarcati al momento di entrare nell’aereo. E allora? Le valigie erano già pronte (e per fortuna non imbarcate) e di tornare a casa senza vacanza non se ne parlava proprio. Da li l’idea di visitare tutte quelle città d’Italia che non avevamo mai visto: Ferrara, Mantova, Milano e Venezia. Ed è proprio in un agriturismo mantovano che a colazione trovammo questa straordinaria e succulenta sorpresa: una torta di pasta frolla farcita con mele bagnate nella grappa, con aggiunta di uvetta passa e fiocchetti di marmellata di mele.

Qui trovate un’altra ricetta della torta di mele: torta di mele e ricotta
Se invece siete a dieta, ecco la mia torta di mele light, con solo mele, zucchero e cannella, senza burro, né farina, né uova!

Ingredienti per la torta di mele:

300 g di farina
250 g di zucchero
2 uova
150 g di burro
mezza bustina di lievito
una bustina di vanillina
3 mele renette o annurche
marmellata di mele
1 bustina di uvetta passa
1 bicchiere di grappa
100 g di pezzetti di cioccolato a piacere

Torta di mele: la preparazione:

  1. Innanzi tutto, lavate, sbucciate e fate a spicchi le mele, mettetele in un recipiente con 6 cucchiai di zucchero e un bicchiere di grappa. Mescolate e lasciate a macerare per circa un’ora. Nel frattempo, preparate la pasta frolla unendo in una terrina la farina, le uova, lo zucchero, il burro ammorbidito a bagnomaria (o dopo averlo lasciato per un pò fuori dal frigo) e la mezza bustina di lievito. Impastate fino ad ottenere un composto elastico, avvolgetelo con della pellicola trasparente e lasciate in frigo per mezz’ora. 
  2. Trascorso questo tempo, riprendete la pasta e dividetela in due parti uguali con cui fodererete una tortiera con la cerniera: imburrate e infarinate la teglia e con il primo pezzo di pasta fate uno strato alto circa 2 cm, (la larghezza deve essere leggermente superiore a quella della teglia che utilizzerete per cuocere la torta), adagiatelo sul fondo della tortiera ben imburrata e infarinata e – una volta sistemato  – fate un bordo da crostata piuttosto alto.
  3. A questo punto, scolate le mele dalla grappa e adagiatele sul fondo della torta, aggiungete l’uvetta, qualche fiocco di marmellata di mele e coprite con un altro disco che farete con il secondo pezzo di pasta frolla. Sigillate bene il disco-coperchio con i bordi della torta, poi, infornate a 180 gradi per 40-50 minuti. Io ci metto anche dei pezzetti di cioccolato fondente sopra, ma anche senza il successo sarà assicurato!

Flan di verdure vegan

flan di verdure Il flan di verdure vegan che vi propongo ha come ingrediente principale le verdure: quelle che avete in mente di preparare e cucinare questa sera, o quelle che avete preparato ieri e che vi sono avanzate.

In breve, si chiama flan di verdure vegan, ma è in realtà un pasticcio con gli avanzi di frigo, che vi permette di recuperare tutti quei cibi che rischiate di buttare via perché non sapete come utilizzarli o perché li avete acquistati senza troppa attenzione e ora proprio non vi vanno giù.

Il flan di verdure vegan che vi propongo prevede la preparazione di una pastella semplice e liscia, dove poi andare a tuffare tutti gli avanzi di frigo: tofu e seitan a dadini, ma anche funghi, pezzetti di zucca, olive, ceci e fagioli lessati, insomma tutto quello che avete in casa e che volete riciclare!

Flan di verdure vegan, ingredienti per la pastella:

2 tazze e 1/2 di farina
2 tazze di latte di soia
1 cucchiaio di fecola di patate
1 cucchiaino di lievito istantaneo per pizza
un pizzico di peperoncino
500 g di verdure saltate in padella con aglio, olio e peperoncino

Poi potete aggiungere, a piacere:
200 g di tofu a dadini
200 g di salame di seitan a tocchetti

Preparazione del flan di verdure vegan:

  • Versate la farina in una terrina molto capiente e poi versate a filo il latte di soia freddo (attenti a non fare grumi; per evitarli potete frullare tutto con il mini pimer oppure mescolare il composto con una frusta) poi aggiungete il lievito, la fecola e mescolate per bene.
  • Una volta ottenuta una pastella liscia ed omogenea, mettete un pizzico di peperoncino (o la spezia che preferite) unite le verdure e i cubetti di tofu e/o seitan, miscelate bene in modo che la pastella avvolga e leghi a dovere tutti gli ingredienti e poi versate il composto in una teglia foderata con carta da forno o – come potete vedere nella foto – in una teglia di alluminio usa e getta, ben oliata e spolverizzata leggermente con del pangrattato.
  • Fate cuocere a 180 gradi (in forno preriscaldato) per circa mezz’ora, poi sfornate, attendete qualche minuto per farlo raffreddare leggermente, quindi servite tiepido!

Ciambelline al vino con nocciole

ciambelline al vino

La ricetta delle ciambelline al vino è molto diffusa nella cucina tradizionale italiana e proprio per questo ogni regione ha la sua ricetta, che utilizza prodotti e aromi dei luoghi più diversi.

In questa occasione vi propongo le dosi e la procedura per preparare le ciambelline al vino con nocciole della Tuscia viterbese, che utilizza – oltre al classico bianco della zona – la nocciola gentile romana di Caprarola.

Ingredienti:
un bicchiere di olio
un bicchiere di vino
2 bicchieri di zucchero
2 pizzichi di vaniglia
farina
200 g di nocciole

Preparazione dell’impasto delle ciambelline al vino con nocciole:

La ricetta è semplicissima e veloce!

    • Prendete una grande terrina di vetro e versateci l’olio, il vino, lo zucchero e la vaniglia; poi mescolate tutto con un cucchiaio di legno.
    • Una volta ottenuto un liquido omogeneo, aggiungete la farina un po’ alla volta e impastate: la quantità di farina necessaria all’impasto dipenderà da quanta ne assorbirà il liquido a base di vino e olio; considerate, però, che la pasta delle ciambelline dovrà essere liscia e morbida (molto simile alla pasta frolla).
    • A questo punto aggiungete all’impasto le nocciole tritate (possibilmente del tipo gentile romana) e lavorate con le mani fino ad ottenere una pasta omogenea.
    • Quando otterrete un impasto morbido, dividetelo in tanti pezzi e fatene dei bastoncini stretti e lunghi, unite le due estremità, formando delle ciambelline; mettetele su una teglia rivestita con carta da forno.
    • Infornate a 180 gradi (in forno preriscaldato) e fate cuocere per circa 20 minuti, fino a quando non saranno ben dorate, poi sfornate e lasciatele raffreddare.
      Spolverate con zucchero semolato, a piacere, e servite!

Privacy Preference Center

    Close your account?

    Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?