Pasta con broccoli e alici

mezzemaniche con broccoli e aliciSiete alla ricerca di una ricetta buona e sana, poco costosa e anche facile da preparare?
Lasciate stare i ricettari della nonna (bellissimi ma pieni di ricette complicate e spesso anche troppo caloriche) e seguite questi semplici passaggi per una pasta con broccoli e alici di tutto rispetto. Preparerete così un primo piatto completo, a base di pesce e verdura.

Ingredienti per 4 persone:
350 g di pasta corta (io ho usato le mezze maniche ma va bene qualsiasi altro tipo)
300 di alici pulite
1 broccolo siciliano (ma potete usare anche il cavolo romano o quello che preferite)
olio extra vergine di oliva
1 spicchio di aglio
mezzo bicchiere di vino bianco
sale
1 cucchiaio di bottarga grattugiata (facoltativo)
pepe nero macinato
una manciata di gamberetti già lessati (facoltativo)
peperoncino a piacere

Come preparare la pasta con broccoli e alici

    • Lavate il broccolo, tagliatelo a cimette e lessatelo in abbondante acqua salata per 20 minuti circa, poi scolatelo bene e trasferitelo in una terrina.

 

    • Scaldate una padella a fuoco vivo, versate un filo d’olio, aggiungete uno spicchio di aglio e lasciate rosolare per 2-3 minuti, adagiate le alici ben pulite, lasciate insaporire per 3 minuti, quindi sfumate con del vino bianco, fino a quando l’alcol non sarà evaporato completamente.

 

    • A questo punto, aggiungete le cimette di broccolo lessato e – se volete – i gamberetti già lessati (facoltativi), rosolate per 10 minuti ancora, aggiungete pepe e/o peperoncino a piacere.

 

  • Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e trasferitela nella padella con alici e broccoli, saltate a fuoco vivo per 2 minuti, quindi servite con una spolverata (facoltativa) di bottarga grattugiata.

 

Anelli di cipolla fritti

anelli di cipollaGli anelli di cipolla fritti mi ricordano sempre e inevitabilmente una breve vacanza a Londra, nell’estate del 1998, perché fu in quella occasione che li assaggiai per la prima volta. Sarà per la bella esperienza vissuta, sarà per il ricordo delle persone che erano con me, o forse semplicemente per l’aria di libertà e per le belle speranze che mi accompagnavano in quel periodo, resta il fatto che ogni volta che addento un anello di cipolla (che sia quello di Burger King o quello preparato in casa), la mia mente vola nel passato, a quell’estate spensierata passata tra Hyde Park e i fast food londinesi.

Dopo tanto tempo, ho deciso di rifare in casa gli anelli di cipolla fritti, semplificando la ricetta originale per velocizzare la procedura. Farli in casa con questa ricetta infatti è facilissimo e il risultato non deluderà: ci vuole molto più a dirlo (o a scriverlo e a fotografarlo) che a metterlo in pratica.

Vi basteranno infatti solo 20 minuti in tutto e con pochi e semplici passaggi potrete preparare degli ottimi onion ring, uno sfizioso e goloso antipasto finger food, degno delle più rinomate friggitorie inglesi. Senza dover ricorrere a prodotti surgelati di dubbia provenienza, o strane pastelle piene di glutammati.

La ricetta originale degli anelli di cipolla fritti prevede la preparazione di una pastella liscia nella quale immergere gli anelli prima di tuffarli nella friggitrice. Io, per semplificare il procedimento e ridurre il numero di calorie, ho omesso questo passaggio, tuffandoli semplicemente nell’uovo sbattuto e poi nel pan grattato. In questo modo, gli anelli risulteranno più sottili e croccanti (versione che preferisco), mentre con la pastella diventerebbero più morbidi.

Anelli di cipolla fritti: ingredienti per circa 20 pezzi

2 cipolle di medie dimensioni (io ho usato quelle dorate, ma andranno bene anche quelle bianche)
2 uova
sale
pepe
1 tazza di farina
1 tazza di pan grattato
olio per friggere

Come preparare gli anelli di cipolla fritti:

  • Rompete le uova in una terrina e sbattetele con un pizzico di sale e uno di pepe.
  • Pulite le cipolle e tagliatele ad anelli non troppo sottili (circa 3-4 mm), tuffatele nella farina, poi nell’uovo sbattuto, avendo cura di bagnarle per bene, e infine nel pangrattato.
  • A questo punto, non resta che friggerle: tuffate gli anelli di cipolla impanati nell’olio bollente e lasciate cuocere fino a quando non saranno ben dorati. Poi scolateli, adagiateli su carta assorbente, quindi servite: i vostri anelli di cipolla sono pronti!
    onion ring

Rotolo alla nutella di Benedetta Parodi

rotolo nutella benedetta parodiRotolo alla nutella di Benedetta Parodi? Sì, ma aspettate…non è come pensate! Lasciate che vi spieghi tutto. Premetto che NON sono una fan sfegatata della Parodi (e delle trasmissioni di cucina in generale), perché spesso propone piatti banali, realizzati con paste pronte industriali (vedi la frolla e la pasta per pizza Buitoni) e grassi a volontà. Detto questo, a volte rimango piacevolmente sorpresa per la sfiziosità di alcuni suoi antipasti e dei dolci. Proprio qualche giorno fa ho seguito la preparazione di quello che chiamerò, per comodità, rotolo alla nutella di Benedetta Parodi, impreziosito dalla farina di cocco, dove io ho aggiunto anche lo sciroppo di lamponi per dare al dessert un tocco di originalità.
Alla base di questo dolce c’è uno strato piuttosto sottile di pan di spagna farcito con nutella, arrotolato, poi tagliato a fette colate nel cioccolato fuso e infine spoverizzate con la farina di cocco.

Prima di farcite il pan di spagna, l’ho inumidito con dello sciroppo di lamponi, che serve a rendere il dolce ancora più umido e quindi anche più facile da arrotolare, ma se non vi piace l’idea potere tranquillamente omettere questo ingrediente e seguire la ricetta originale del rotolo alla nutella di Benedetta Parodi, aggiungendo solo il cocco.

Rotolo alla nutella di Benedetta Parodi: la lista degli ingredienti per 4-6 persone

3 uova
4 cucchiai di zucchero semolato (anche di canna se volete)
5 cucchiai di farina 1 (oppure quella che avete in casa)
1 cucchiaio di liquore al caffé (o quello che preferite)
mezzo bicchiere di latte
1 cucchiaino di bicarbonato
4 cucchiai di sciroppo o succo di lamponi
1 bicchiere di nutella
5-6 cucchiai di farina di cocco

Preparazione del rotolo alla nutella di Benedetta Parodi

  • Realizzare il rotolo alla nutella di Benedetta Parodi, ça va sans dire, è facilissimo: per prima cosa, accendete il forno alla temperatura di 170 gradi, poi rompete le uova, separando i tuorli dagli albumi: mettete i rossi in una terrina capiente e versate gli albumi in un contenitore alto e stretto (ad esempio il bicchierone del mini pimer), che metterete da una parte.
  • Unite 4 cucchiai di zucchero ai tuorli, un goccio di liquore al caffé (o quello che preferite) e con una frusta mescolate energicamente fino ad ottenere una spuma ariosa e liscia.Aggiungete il latte e mescolate per farlo assorbire bene al composto, unite a pioggia la farina setacciata e continuate a mescolare, aggiungete il bicarbonato e girate.
    tuorli e zuccherounite la farina
  • A questo punto, mettete un pizzico di sale nel bicchierone in cui avete conservato gli albumi e con una frusta elettrica montateli a neve ben ferma. Dovranno risultare sodi e compatti come la panna montata; per verificare che siano ben montati, piegate il bicchiere e se il composto rimane fermo, sarà pronto, altrimenti necessita di qualche altro minuto di frusta!
  • Una volta montate le chiare, aggiungetele delicatamente al composto che avete preparato, poi foderate una teglia rettangolare (dimensioni circa 30 per 20 cm) con della carta da forno, versateci il composto e livellatelo fino a formare uno strato piuttosto sottile, infornate per 15 minuti a 170 gradi, poi sfornate e lasciate freddare qualche minuto.
    unite albumi montati a neve
    • Una volta intiepidito, prendendo i lembi della carta da forno che fuoriescono dalla teglia – tirate fuori il pan di spagna, poggiatelo su un piano da lavoro e tirate via delicatamente la carta.
      pan di spagna cotto
    • A questo punto, bagnate un canavaccio e strizzatelo bene, poi apritelo e sistematelo sul vostro tavolo da lavoro, adagiateci il pan di spagna e delicatamente arrotolatelo il più stretto possibile, chiudetelo avvolgendolo con il canavaccio e fermate i lembi con delle mollette. Riponete i rotolo il frigo per almeno 30 minuti. Questa operazione permetterà di ammorbidire il pan di spagna e renderlo più flessibile.
      rotolo
    • Trascorso questo tempo, riprendete il rotolo dal frigo, apritelo e srotolatelo, bagnate la superficie con 4 cucchiai di sciroppo di lamponi, coprite il pan di spagna con uno strato di nutella, poi arrotolatelo delicatamente e chiudetelo, accertandovi che lo strato di pan di spagna si sia ben incollato con la nutella. Avvolgete il rotolo nel canavaccio bagnato e rimettetelo in frigo per 20-30 minuti ancora.
      pan di spagna farcito
      rotolo farcito rotolo
    • A questo punto, il rotolo alla nutella è quasi pronto: tiratelo fuori dal frigo e tagliatelo a fette, poi fate sciogliere a bagnomaria la tavoletta di cioccolato e quando sarà diventata bella liquida e liscia, con una palettina di silicone (o un cucchiaio) spennellate della cioccolata fusa su ciascuna fetta di rotolo, spolverizzate con della farina di cocco e lasciate freddare.
      rotolo tagliato a girellegirelle spennellate con cioccolato e cocco e

Quando la cioccolata si sarà raffreddata completamente, impiattate le girelle ottenute dal rotolo alla nutella di Benedetta Parodi e servite!

Fettine panate alla pizzaiola con scamorza affumicata

fettine panate alla pizzaiolaUn’idea semplice e alternativa per rendere gustoso il pollo, che rischia di essere sempre un po’ ripetitivo e banale? Niente paura! Preparando le fettine panate alla pizzaiola con scamorza affumicata, che troverete illustrate in questo post, vi sembrerà di aver realizzato un piatto elaborato degno di un ricettario di cucina francese, con pochi e semplicissimi passaggi.
Vi occorrono soltanto delle fettine ben schiacciate e leggermente impanate, della passata di pomodoro di qualità, qualche foglia di basilico (oppure origano se preferite), olive nere e qualche fettina di scamorza affumicata.
Il risultato è sorprendente, ma soprattutto è un modo per fare mangiare la carne anche a chi normalmente non piace!

Ingredienti per 4 persone:
4 fettine di pollo ben battute (chiedete al macellaio quelle per fare le fettine panate)
500 g di passata di pomodoro
una manciata di olive nere
foglie di basilico a piacere
4 fettine di scamorza affumicata
olio per friggere (arachide)
sale
pepe
1 tazza di pan grattato
ingredienti per fettine

Preparazione delle fettine panate alla pizzaiola con scamorza affumicata:

    • per prima cosa, preparate il sugo: scaldate una padella a fuoco medio, aggiungete un filo d’olio e lasciatelo scaldare per 2-3 minuti, versate la passata, mettete un pizzico di sale e lasciate cuocere per circa 20 minuti, quindi unite le olive, qualche foglia di basilico e proseguite la cottura per altri 5 minuti, poi spegnete.
      sugo di pomodorosugo con olive e basilico
    • A questo punto, accedete il forno e impostatelo alla temperatura di 200 gradi.
    • Fatto questo, versate l’olio da frittura in una padella fino a raggiungere quasi l’orlo, fate scaldare per 5-6 minuti, o fino a quando l’olio non inizierà a fare le prime bollicine, spolverizzate le fettine di pollo con del pan grattato, quindi calatele nell’olio bollente e fatele friggere 3-4 minuti per lato.
      fettine panate
    • Una volta fritte le fettine panate, scolatele e adagiatele su carta assorbente.
    • Ora non resta che comporre le fettine panate alla pizzaiola con la scamorza affumicata ed infornarle per terminare il piatto: versate il sugo in una teglia di media dimensioni,
      sugo nella teglia
      adagiate la carne sul sugo per condirle e poi giratele, in modo da sporcare con il sugo anche l’altro lato, poggiate si ciascuna fettina una fetta di scamorza affumicata
      fettine panate nel sugoscamorza sulle fettine panate infornate per 10 minuti, o fino a quando il formaggio non si sarà fuso.
    • Sfornate, impiattate e servite con foglioline di basilico!

Ketchup fatto in casa: la ricetta

ricetta ketchup autoprodottoKetchup fatto in casa? Ecco una ricetta semplice, sana e veloce!
La ricetta che vi propongo per il ketchup autoprodotto l’ho sperimentata per la prima volta qualche anno fa e nel tempo l’ho perfezionata per avvicinarla il più possibile a quella acquistata al supermercato, con la differenza che il sapore del mio ketchup è originale, privo di aromi aggiunti e senza conservanti.

Naturalmente – alla ricetta base che vi illustro – potete aggiungere altre spezie o erbette a piacere, a seconda del vostro gusto, e renderla ancora più originale e adatta ad accompagnare le pietanze che state servendo.

Ingredienti per il ketchup fatto in casa

300 g di passata di pomodoro
1 cucchiaio di aceto
1 cucchiaio di maizena
1 cucchiaio e mezzo di zucchero di canna
1 pizzico di cannella
1 cucchiaino di zenzero in polvere

Come preparare in casa il ketchup

  • Il procedimento è banalissimo: versate la passata di pomodoro in una pentola di medie dimensioni, aggiungete l’aceto, poi lo zucchero e mescolate bene fino a quando non si sarà sciolto, quindi unite la maizena e – con una frusta – mescolate energicamente (sempre a freddo) per sciogliere tutti gli eventuali grumi che si formeranno.
  • A questo punto, una volta sciolta la maizena, mettete il pentolino sul fuoco e portate la salsa a bollore, mescolando continuamente. Quando il composto inizierà ad addensarsi, spegnete il fuoco e fate freddare. Unite la cannella e lo zenzero e servite in tavola!

Aspic alla birra

ricetta aspic alla birraAspic alla birra: una ricetta vegetariana facile, veloce e sfiziosa!
Per un antipasto sfizioso o un contorno originale, vi propongo una ricetta con la birra (mia adorata) inventata e sperimentata appositamente per l’iniziativa “Birra gusto naturale“, dedicata al luppolo e ospitata alla mostra-mercato milanese “Orticola 2013“, dedicata a fiori e piante.
Tra le 12 birre offerte dallo staff della manifestazione, ho scelto la nostrana Menabrea Lager (una delle poche birre industrali ad essere ancora italiane), che ha sede a Biella.
Tra tutte le birre industriali italiane è quella che preferisco, perché ha un vago retrogusto di legno ed è leggermente più corposa rispetto alle normali Lager in vendita nella grande distribuzione.

Con la Menabrea ho preparato un misto di verdure (cotte e crude) tenute insieme da un aspic di birra gelatinosa. Per la preparazione dell’aspic, come gelificante,  ho usato l’agar agar, un ingrediente naturale di origine giapponese ricavato da uno speciale tipo di alga, ormai famosa in tutto il mondo per il suo poter gelificante.
All’interno dell’aspic ho messo delle verdure di stagione, soprattutto crude, condite in modo semplice e leggero.

Ingredienti per 6 monoporzioni di aspic alla birra:
1 bottiglia da 330 di Menabrea Lager
3 g di agar agar (se è in fili, spezzettateli e mettetene 4 cucchiaini)
1 zucchina
mezzo peperone rosso
una manciata di fagiolini lessati al dente
3 cucchiai di olio
1 cucchiaio di aceto
sale
1 pizzico di pepe
1 cucchiaino di zenzero in polvere
3 cucchiai di pan grattato

Come preparare gli aspic alla birra:

In un pentolino, mettete 200 ml di acqua e portatela a bollore, aggiungete l’agar agar, mescolate e fatelo sciogliere completamente, fino a quando non otterrete un liquido omogeneo. A questo punto spegnete il fornello, unite la birra, mescolate bene e lasciate freddare.

Nel frattempo, tagliate le zucchine e il peperone a dadini, tagliate i fagiolini a pezzetti e riunite tutto in una terrina. Condite con olio, sale, aceto, pepe e zenzero, aggiungete il pan grattato e mescolate bene per condire in modo uniforme tutte le verdure.

Quando la birra sarà appena tiepida, ungete uniformemente degli stampini da muffin con un filo d’olio, mettete sul fondo un cucchiaio abbondante di verdure e colate la birra fino all’orlo. Ripetete l’operazione fino a quando non avrete terminato tutta la birra.

Lasciate freddare, mettete in frigo per almeno 3-4 ore, poi sformate delicatamente gli stampini e serviteli! Il vostro aspic alla birra è pronto.
ricetta verdure in aspic alla birra

SUGGERIMENTO:
Naturalmente, se volete, potete sostituire le verdure suggerite con altre verdure oppure accompagnarle con dei frutti di mare o dei dadini di formaggio.

Privacy Preference Center

    Close your account?

    Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?