Melanzane al forno con pomodoro e mozzarella

melanzane al forno con pomodoro e mozzarella

Un piatto semplice, veloce e sfizioso? Melanzane al forno con pomodoro e mozzarella: ci vorranno appena 10 minuti per la preparazione e 30 minuti (anche meno) di cottura in forno, durante i quali potete naturalmente fare altro. Perché il forno, in questo caso, fa tutto da solo! Un”altra idea con le melanzane? Le polpette!

Melanzane al forno con pomodoro e mozzarella: ingredienti per 4 persone:
2 melanzane grandi
200 g di passata di pomodoro
500 g di mozzarella
sale
olio
origano a piacere
chi non ama la mozzarella può mettere, in alternativa, dellealici, del tonno in scatola o fettine di prosciutto cotto tagliate a pezzetti.

Come preparare le melanzane al forno con pomodoro e mozzarella

La preparazione di questo piatto è banalissima: l’importante è seguire le indicazioni sulla cottura.

  1. Per prima cosa, lavate le melanzane e tagliatele a fette non troppo sottili (circa mezzo centrimetro di spessore), sistematele su una teglia foderata con carta da forno, condite con sale e un filo d’olio e infornate a 180 gradi per 12-15 circa. Trascorso questo tempo, le melanzane dovranno essere quasi cotte ma ancora sode (dovrete infilare la forchetta con facilità, ma sentire la polpa ancora turgida).
  2. Sfornate, mettete su ogni fetta un cucchiaio raso di passata di pomodoro, poggiate una fettina di mozzarella, spolverate con origano e infornate di nuovo fino a quando il formaggio non sarà filante. Se non usate la mozzarella, ma le alici, il tonno oppure il prosciutto, attendete 7-8 minuti e poi sfornate.
  3. A questo punto, lasciatele riposare 3-4 minuti, poi servite.

 

Girelle rustiche di sfoglia con scamorza e zucchine

girelle ripiene salatePer un antipasto semplice e rapido, ecco un’idea sfiziosa, semplice e rapida: girelle rustiche di sfoglia con scamorza e zucchine. Basta un rotolo di pasta sfoglia, o pasta brisé, un paio di zucchine piccole e una scamorza. Per profumare e decorare le girelle basterà poi una manciata di origano, o erbette miste a piacere!

Ingredienti per circa 12 girelle rustiche di sfoglia

1 rotolo di pasta sfoglia
2 zucchine
mezza cipolla
mezzo bicchiere di vino bianco
sale
olio evo
250 g di scamorza
trito di origano, timo, maggiorana, rosmarino (o misto di erbette che preferite)

Procedimento:

  1. Per prima cosa, lavate, pulite e tagliate le zucchine a sigaretta e saltatele in padella con la mezza cipolla tagliata a fette sottili e 2-3 cucchiai di olio, aggiungete un pizzico di sale e lasciate cuocere per circa 15 minuti, mescolando frequentemente e aggiungendo, se necessario, un goccio di vino bianco per evitare che si attacchino.
  2. A cottura ultimata, spegnete e lasciatele raffreddare. Poi, con l’aiuto di un mattarello, stendete e sistemate la pasta sfoglia sul piano da lavoro, spolverizzandola con della farina per evitare che si attacchi, e copritela con il trito di erbette miste.
    coprite con erbette
  3. Coprite lo strato di pasta sfoglia con la scamorza tagliata a fettine, farcite il formaggio con le zucchine cotte e arrotolate delicatamente lo strato di sfoglia, facendo attenzione a non far uscire la farcia.
    farcite il ritolo
  4. Sigillate bene i bordi in modo da formare un rotolo compatto e regolare, poi – con un coltello affilato – tagliatelo in tante fette dello spessore di 2-3 cm circa.
    tagliate a fette il rotolo
    Infornate a 160 gradi per 15 minuti (o fino a doratura), poi sfornate e servite! Potete mangiarle calde, tiepide o fredde.
    girelle sfogliate salate

Torta soffice limone e ricotta con frutti di bosco

torta al limone e ricottaL’accostamento limone e ricotta è da sempre uno dei miei preferiti, perché trovo che l’acido del limone contrasti e bilanci perfettamente la consistenza untuosa e vellutata della ricotta. Così oggi mi sono decisa finalmente a sperimentare una ricetta che avevo in testa da un po’ di tempo: torta soffice limone e ricotta, con aggiunta di crema di limoncello e frutti di bosco. Sebbene nell’impasto non ci sia neanche l’ombra del burro (solo ricotta fresca e qualche cucchiaio di olio evo) la consistenza è spugnosa, vaporosa e umida. Proprio come piace a me. E finalmente – dopo numerosi tentativi mal riusciti – posso dire che la ricotta è in grado di dare al dolce la stessa consistenza morbida e vellutata del burro. A patto di setacciarla!

Torta soffice limone e ricotta: ingredienti per 8 persone

3 uova (separando i tuorli dagli albumi)
250 g di ricotta fresca
180 g di zucchero
la buccia grattugiata di un limone
1 bicchierino di crema di limoncello
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
150 g di farina 0
50 g di farina manitoba
50 g di amido di mais
1 bustina di lievito vanigliato
frutti di bosco a volontà
1 pizzico di sale

Come preparare la torta soffice limone e ricotta:

  1. Rompete le uova, separando e conservando in due recipienti differenti i tuorli e gli albumi. In una terrina capiente, unite i tuorli con metà dello zucchero e battete con una frusta fino ad ottenere un composto liscio e spumoso.
    tuorli e zucchero
  2. Mettete la ricotta nel setaccio, passatela e unitela al composto di uova, versate lo zucchero restante e mescolate fino a quando non otterrete un liquido spumoso, poi versate la crema di limoncello e l’olio, poi unite a pioggia le farine e il lievito, mescolate per amalgamare bene e continuate a girare con la frusta fino a quando non avrete versato tutta la farina.
    aggungete le farine e il lievito
  3. A questo punto, mettete un pizzico di sale nel contenitore dove avete conservato gli albumi e montateli a neve ben ferma, poi uniteli delicatamente al composto preparato, mescolate, aggiungete i frutti di bosco e versate tutto in una teglia in silicone per torte o in una teglia di alluminio foderata con carta da forno.
  4. Infornate a 170 gradi per 40 minuti (io uso la funzione statica del forno) , poi sfornate, lasciate freddare e servite.
    torta soffice al limone

Granita fatta in casa in 3 semplici mosse

granita ricettaFresca, dissetante e idratante, la granita in estate è un vero e proprio sollievo, specie se fuori – come in questi giorni – il termometro fatica a scendere sotto i trenta gradi.
In questi mesi di calura, i chioschi di granite (per i romani rigorosamente grattachecche ) sono perennemente presi d’assalto da locali e turisti, anche grazie ai colori sgargianti degli sciroppi e della frutta fresca esposta sui banconi; ma se la granita ce la facessimo in casa, scegliendo meticolosamente ingredienti e modalità di preparazione?
Per una granita fatta in casa bastano appena 3 ingredienti: ghiaccio tritato, sciroppo e frutta (fresca o secca) tagliata a pezzetti. Potete naturalmente sbizzarrirvi e mescolare sapori e colori diversi, provando più sciroppi insieme  e guardendo la granita anche con scaglie di cioccolato o granella di frutta secca.

Insomma, la granita è democratica, ma soprattutto nessuno si è ancora permesso di fornire la “vera ricetta” o “la preparazione autentica”. Anche perché, per farlo, dovremo andare molto indietro nel tempo, all’epoca dei Romani e chiedere ad Apicio, che – facendo riferimento unicamente ad una torta di orzo con vino mielato e neve – non mi sembra abbia lasciato molti appunti sull’argomento.

Io vi propongo la mia personale ricetta casalinga della granita, che si può realizzare in 3 semplici passi. Il consiglio è di lasciare in frigo tutti gli ingredienti (contenitore compreso) fino al momento dell’utilizzo: in questo modo il ghiaccio tenderà a sciogliersi più lentamente.

Ingredienti per 2 granite lemon cocco e menta:
1 cocco piccolo tagliato a dadini
4 cucchiai di sciroppo di menta
la polpa di un limone tagliata a cubetti
10 cubetti di ghiaccio tritato

granita lemon cocco e menta

Preparazione della granita fatta in casa

 

  1. Mettete qualche dadino di cocco sul fondo del bicchiere in cui servirete la granita, colate un filo di sciroppo, adagiate qualche pezzettino di limone e coprite con una spolverata di ghiaccio tritato.
    frutta e sciroppo
  2. Ripetete l’operazione altre due volte, ricominciando sempre dal cocco, proseguendo con lo sciroppo, poi con i pezzetti di limone e terminando con il ghiaccio.
  3. A questo punto, colate altro sciroppo e terminate con qualche dadino di cocco.
    In questo modo, non sarà necessario mescolare gli ingredienti per amalgamarli (come fanno nei chioschi che risparmiano) perché saranno ben stratificati. Basterà affondare il cucchiaino e rinfrescarvi!

Volete un’altra versione?
Al posto dello sciroppo di menta, usate quello di lamponi o frutti rossi!
granita cocco e lamponi
I più golosi invece, al posto dello sciroppo, possono usare la crema di limoncello ghiacciata e terminare con delle mandore tostate e tagliate a lamelle.

 

 

Bruschetta fatta in casa: 3 regole da ricordare

bruschettaSi fa’ presto a dire bruschetta! Basta prendere una fetta di pane, grigliarla qualche minuto, condirla come si vuole e il gioco è fatto! Questo è quello che si dice normalmente e che sostengono i re dei barbecue, ma vi siete mai chiesti qual è il pane ideale per prepararle? In teoria, si può fare con qualsiasi tipo di pane, ma poi otterrete le bruschette che si preparano i tedeschi nei campeggi, che usano la baguette!

Ecco 3 semplici consigli per una bruschetta fatta in casa a regola d’arte

  1. Tagliate una fetta di pane casareccio (ad esempio il tipo di Lariano o similari, meglio se cotto a legna) facendo attenzione a non fare delle fette troppo spesse o troppo fini: l’ideale è due centimetri di spessore.
  2. Adagiate le fette sulla griglia ben calda e attendete 1 minuto, poi giratela e aspettate 40 secondi circa (ci vuole meno tempo rispetto all’altro lato perché il pane sarà già ben caldo).
    bruschetta sulla griglia
  3.  A questo punto, la base della vostra bruschetta è pronta, adagiate il pane sul piatto e conditelo come meglio credete (pomodorini, peperoni arrostiti, con i paté che preferite, ecc), ma fate in fretta: la bruschetta va cotta e mangiata e dovrete condirla in pochi secondi, altrimenti perderà la sua friabilità!
    bruschetta da condire

CONSIGLIO
Non abbrustolite troppo il pane, ma se proprio vi piace bruciacchiato (come faccio io) non mangiate questo tipo di bruschetta troppo spesso: le nervature nere date dalla cottura (del pane, ma anche della carne o del pesce cotto in qualsiasi modo) sono cancerogene, quindi cercate di non farlo troppo frequentemente e optate per cibi poco cotti; in ogni caso non troppo bruciacchiati.

Marmellata di fragole limone e cannella

marmellata di fragoleQualche giorno fa ho preparato (per caso) una delicatissima marmellata di fragole limone e cannella. Avevo una marea di fragole che rischiavano di guastarsi, ma l’idea di preparare una banalissima marmellata non mi allettava proprio, e allora?
Ho deciso di aggiungere zeste e succo di limone, un pizzico di cannella e un tocco di zenzero. Risultato? Una marmellata vellutata e squisita, fresca e ideale per l’estate!

 

Ingredienti per 3 barattoli di marmellata:

1 kg di fragole
250 g di zucchero (meglio se di canna)
la buccia grattugiata e il succo di un limone
la punta di un cucchiaino di cannella
1 punta di zenzero in polvere (facoltativo)
2 fogli piccoli di colla di pesce (in alternativa 1 grammo di agar agar in polvere)

Come preparare la marmellata di fragole limone e cannella

  1. Lavate bene le fragole con un po’ di bicarbonato di sodio, sciacquatele bene sotto l’acqua fredda corrente, poi tagliatele a metà e mettetele in una pentola grande, dal fondo spesso, e lasciatele cuocere a fuoco medio per circa 30 minuti, avendo cura di mescolare spesso.
  2. Trascorso questo tempo, aggiungete lo zucchero, mescolate e lasciate cuocere altri 20 minuti, poi unite le zeste grattugiate del limone, il succo, la cannella e lo zenzero, mescolate bene e proseguite la cottura per altri 10 minuti, poi aggiungete i fogli di colla di pesce ammollata in acqua fredda (per circa 5 minuti) e strizzati (o l’agar agar), fateli sciogliere bene (sempre mescolando), quindi spegnete e mettete nei barattoli di vetro ben puliti e sterilizzati.
  3. Una volta imbarattolati, avvitate i tappi e capovolgeteli, copriteli con un panno asciutto e pulito e lasciateli freddare così.
    In questo modo si formerà il sottovuoto e la vostra marmellata di fragole limone e cannella durerà per mesi!

Marmellata di fragole troppo liquida?

Uno degli inconvenienti più comuni delle marmellate (in particolare quella di fragole e più in generale di quelle preparate con la frutta molto acquosa) è la loro consistenza, spesso troppo liquida, ma il rimedio c’è: dopo averla fatta bollire e restringere per un’ora, se vi accorgete che è ancora liquida aggiungete ancora una o due fogli di colla di pesce ammollati nell’acqua fredda e ben strizzati, oppure 1 grammo di agar agar leggermente sciolto in un filo d’acqua.
Una volta sciolti nel composto bollente (dovrete mescolare a fuoo vivo per 3 minuti circa), basterà attendere che la marmellata si freddi: a quel punto risulterà bella densa e gelatinosa.

marmellata di fragole

Privacy Preference Center

    Close your account?

    Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?