Buffer

Ricette di Natale: menu della Vigilia

Ecco le mie ricette di Natale per un menu della vigilia semplice e veloce!
Sì, per questo Natale la mia parola d’ordine in cucina è semplicità e rapidità e – se anche voi siete ancora alle prese con regali, pacchetti e pacchettini, luci, decorazioni e ricette da inventare per soddisfare i vostri ospiti – il menu che vi propongo è la soluzione ideale per risparmiare tempo ed energie, senza togliere nulla al gusto, né alla tradizione.
Le dosi indicate sono per 4 persone, quindi se avete una lunga tavolata basterà semplicemente aumentare le dosi, seguendo le proporzioni.

Antipasto di mare con chips di carciofi e patate fritte
antipasto-di-mare-con-chips-di-carciofi-e-patate-fritte
La preparazione di questo antipasto di mare e dei terra è semplicissimo, ma vi assicuro che il risultato sarà sfizioso e sorprendente!

Ingredienti
2 fette di salmone fresco
una manciata di gamberi
un polpo piccolo
2 carciofi
2 patate grandi
olio
sale
limone
glassa di aceto balsamico
erba cipollina
olio per friggere

Preparazione:
1) Riempite di acqua una pentola di medie dimensioni e – una volta arrivata a bollore – calate il polpo e lasciatelo cuocere per circa 30 minuti.

2) Nel frattempo fate cuocere a bagnomaria il salmone tagliato a dadini e i gamberi (se invece avete la vaporiera usate quella): riempite d’acqua una pentola di medie dimensioni, mettetela sul fuoco e sistemateci sopra un piatto fondo, quindi adagiatevi il salmone tagliato a dadini e i gamberoni, coprite tutto con carta stagnola e fate cuocere circa 20 minuti da quando l’acqua nella pentola inizia a bollire.

3) Una volta cotto il polpo, lasciatelo freddare nella sua acqua di cottura, poi scolatelo e tagliatelo a dadini, trasferite in una terrina, aggiungete i dadini di salmone, i gamberi e condite con olio, sale e limone.

4) A questo punto, lavate e pulite i carciofi, tagliateli a spicchi piuttosto sottili; poi lavate, pulite e tagliate a dadini anche le patate.
Riempite una padella con l’olio da frittura (consiglio l’olio di arachidi), mettetelo sul fornello a fuoco medio e quando sarà diventato ben caldo, tuffate i carciofi e le patate, fateli dorare bene, poi scolateli e sistemateli su un piatto da portata, sistemate i pesci che avevate messo a marinare, decorate tutto con erba cipollina, glassa di aceto balsamico e servite!

Rigatoni con polipetti, zucchine e bottarga
rigatoni-con-polipetti-zucchine-e-bottarga
Semplice ma gustoso, il primo piatto di rigatoni che vi propongo per la vigilia di Natale è superveloce da preparare, ma di certo non vi farà sfigurare con i vostri ospiti, anzi!
Ingredienti
350 g di rigatoni (o mezze maniche)
2 zucchine
250 g di polpetti
15-16 pachino
mezza cipolla
olio
sale
peperoncino (facoltativo)
un bicchiere di vino bianco
2 cucchiai colmi di bottarga grattugiata

Preparazione:
1) Fate scaldare una padella capiente a fuoco medio per un paio di minuti, poi versate 2 cucchiai di olio (circa), fate scaldare, poi unite la cipolla tagliata a fette sottili, lasciate imbiondire, quindi unite le zucchine tagliate a rondelle, sfumate con un bicchiere di vino bianco, salate a piacere e lasciate evaporare l’alcool (circa 5 minuti), poi unite i pomodorini tagliati a metà e proseguite la cottura per circa 15 minuti, aggiungendo di tanto in tanto dell’acqua e mescolando spesso.

2) A questo punto, preparate l’acqua per lessare la pasta e unite i polipetti al condimento di zucchine, che lascerete cuocere ancora 15 minuti; trascorso questo tempo, se il sugo dovesse risultare troppo liquido, lasciatelo a fuoco medio ancora per 2-3 minuti, in modo da far ritirare l’acqua, poi versateci la pasta lessata, fate saltare a fuoco alto per un paio di minuti e servite con una spolverata di bottarga e un tocco di peperoncino.

Salmone con mattonella di polenta in salsa di zucca, nocciole e zenzero
salmone-con-polenta
Il piatto a base di salmone e polenta che vi propongo per il menu della vigilia è in realtà una portata completa e potrebbe costituire tranquillamente un primo e secondo piatto insieme! Ciò vuol dire che – se non avete voglia di spadellare troppo a lungo – o pensate che i vostri ospiti non siano amanti delle portate pantagrueliche, potete evitare di cucinare il primo piatto e servire direttamente questo!

Ingredienti:

4 fette di salmone (o trota salmonata che è ancora più economica)
2 fette di zucca
3 cucchiai di granella di nocciole leggermente tostate
3 cucchiai di formaggio spalmabile (o yogurt bianco non dolcificato)
20 g di zenzero fresco (oppure un cucchiaio in polvere)
erba cipollina (a piacere)
300 g di farina di mais precotta
olio
sale
pepe
glassa di aceto balsamico

Preparazione:
1) Per prima cosa preparate la polenta: versate 700 ml di acqua in una pentola, salatela e quando arriva a bollore versateci la farina di mais a pioggia, abbassate il fuoco al minimo, e con una frusta mescolate velocemente per scioglierla e continuate a mescolare per circa 10 minuti, o fino a quando l’impasto non si staccherà dalle pareti della pentola.

2) Una volta cotta, versate la polenta in 4 coppa-pasta, livellateli con il dorso di un cucchiaio e lasciateli freddare.

3) Nel frattempo, preparate la salsa di zucca: pulite, sbucciate e tagliate la zucca a dadini e lessatela in abbondante acqua salata, per 30-40 minuti, o fino a quando non sarà morbidissima.

4) Una volta ben cotta, scolatela, lasciatela freddare per qualche minuto, poi strizzatela leggermente e trasferitela in una terrina, unite la granella di nocciole, il formaggio spalmabile e lo zenzero grattugiato, mescolate e lasciate riposare.

5) A questo punto, non resta che cuocere il salmone: versate un filo d’olio in una padella, e – quando sarà ben calda – sistemate i tranci di pesce, salatelo a piacere e fate cuocere 4-5 minuti per lato.

Come impiattare?
Se volete presentare il salmone e la polenta come il piatto che vedete in foto, sistemate uno strato di salsa di zucca sul fondo del piatto da portata, adagiatevi le fette di salmone e decorate la superficie del pesce con delle quenelle di salsa di zucca (se non vi vengono le quenelle, basterà semplicemente spalmare un po’ di salsa per colorare la superficie del salmone) e accompagnate il tutto con la mattonella di polent che avrete sfilato delicatamente dal coppa-pasta.
Decorate tutto con erba cipollina, glassa di balsamico e nocciole intere!

Mattonella di gelato al panettone
mattonella-di-gelato-al-panettone
Fresco, delicato, ma dal sapore vellutato e persistente, il gelato che vi propongo – a forma di mattoncino – è a base di panettone, crema di uova e panna, impreziosito dalla freschezza dello zenzero.

Ingredienti:
1 fetta spessa di panettone
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di amido di mais
1 tazza di latte
250 ml di panna fresca
1 cucchiaini di zenzero in polvere
15 g di zenzero fresco grattugiato finemente

Procedimento:
1) Prima di iniziare la preparazione del gelato, mettete nel freezer un recipiente di metallo (da circa 1 litro, come quello per i budini) e lasciatelo li per almeno un paio di ore. Poi, tagliate la fetta di panettone a dadini molto piccoli e conservateli in una terrina.

2) In un pentolino versate (a freddo) i tuorli con lo zucchero e con una frusta mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso, aggiungete il latte, l’amido di mais a pioggia e mescolate bene per sciogliere tutti gli eventuali grumi, poi accendete il fornello a fuoco basso e – sempre continuando a mescolare delicatamente – portate a bollore, continuate a girare per un paio di minuti e quando la crema si sarà ben addensata spegnete il fornello, aggiungete lo zenzero in polvere, quello fresco grattugiato e lasciate freddare.

3) Quando la crema si sarà freddata, montate la panna, aggiungetela delicatamente alla crema di uova, mescolate e unite i dadini di panettone. Amalgamate delicatamente il composto per uniformarlo, quindi versatelo nel recipiente di acciaio che avevate messo nel freezer.

4) Dopo un paio di ore, con una palettina, mescolate il composto in modo da evitare la formazione dei cristalli di ghiaccio e ripetete l’operazione altre 3-4 volte, a distanza di un’ora.

5) Quando il gelato sarà ben compattato, aiutandovi con un coppa pasta, potete alternare uno strato di panettone e uno di gelato, ripetendo l’operazione fino a raggiungere l’orlo della formina. Una volta tolto il coppa pasta, otterrete una simpatica mattonella di gelato al panettone!
Un dolce più rapido da fare? Provate il mio semifreddo di torrone e marron glacé
oppure i tozzetti alle nocciole o i miei mini panettoni alle noci con ciliegie candite.

Print Friendly

Lascia un Commento