Buffer

Crostata di pesche light

torta alle pesche
L’altra sera avevo due pesche che mi guardano con aria supplichevole: mi stavano gentilmente ricordando che dovevo impiegarle in qualche modo. Pena la muffa.
Così alle sette di sera, ben consapevole di stare a dieta, ho deciso di preparare una crostata di pesche light, da mangiare al mattino, per colazione. Non ho usato burro, ho messo appena un uovo e ho ridotto la quantità di farina e zucchero, in modo da limitare grassi e calorie. Ne è uscita una crostata con una frolla particolare, vaporosa e leggera, anche grazie ad una maggiore dose di lievito e l’uso della farina di orzo.

Ingredienti per una crostata di pesche light per circa 8 porzioni:

120 g di farina 0
100 g di farina di orzo (oppure 80 g di amido di mais e altri 20 g di farina 0)
100 g di zucchero + 4 cucchiai per il caramello
50 ml di olio evo
1 uovo
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di cannella
1 bustina di lievito (toglietene appena un cucchiaino raso e usate tutto il resto)
2 cucchiai di acqua fredda
2 pesche

Procedimento per la crostata di pesche light:

    • Setacciate le farinee mettetele in una terrina, aggiungete il lievito e mescolate.
      Aggiungete l’uovo, l’olio e la vanillina, impastate bene per qualche minuto.
    • Versate 2 cucchiai di acqua per aiutarvi nell’impasto e continuate ad amalgamare fino a quando non otterrete un impasto omogeneo (se la pasta risulta troppo appiccicosa, spoverizzate con un pò di farina sul piano da lavoro).
    • Avvolgete l’impasto con della pellicola trasparente e riponete in freezer per 5 minuti, poi spostatelo nel frigo per altri 10 minuti.
    • Nel frattempo tagliate le pesche a fette, mettetele in un piatto e lasciate da parte.
      Poi mettete 4 cucchiai di zucchero in una teglia a cerniera, fate scaldare a fuoco basso, fate sciogliere e mescolate con una paletta di legno.
    • Una volta ottenuto il caramello, sistemate le pesche sul fondo della teglia foderandola completamente. Spolverizzate tutto lo strato con il cucchiaino di cannella e ungete i bordi della teglia con un pò d’olio (passateci il pennello in silicone o con un tovagliolino unto.
    • Poi, riprendete la pasta, stendetela e adagiatela sullo strato di pesche; premete con le mani in modo da farla aderire: verrà una crostata rovesciata.
    • Infornate a 180 gradi in forno preriscaldato e fate cuocere per circa 35 minuti.
      Sfornate e lasciate freddare completamente, poi togliete il bordo con la cerniera, coprite la torta con un piatto, capovolgetela e sollevate delicatamente il fondo della teglia: in questo modo le pesche si troverano in superficie! Tagliate la vostra crostata di pesche dietetica a fette e servite.

 

Print Friendly

Lascia un Commento