Buffer

Tortino di grano con zucchine, melanzane, pachino, funghi e scamorza

Non è riso, né pasta, non è cous cous e neanche farro: quello che vedete nella foto è semplicemente grano, un alimento semplice e buono, ma in realtà generalmente poco usato nella sua veste in chicchi.
Questa volta ho deciso di proporvelo sottoforma di tortino, accompagnato da un trito di zucchine, melanzane, funghi, pachino e scamorza, ingredienti semplici ed estivi, che ne esaltano il sapore e la consistenza.


Ingredienti per 2 tortini di grano (per 2 persone):

200 g di grano
mezza cipolla
1 zucchina grande
mezza melanzana
20 pachino
5 funghi champignon
2 cucchiai di olio
3 prese di sale
mezzo bicchiere di vino bianco
foglie di basilico
250 g di scamorza affumicata

Procedimento:
1) Pulite e tritate finemente la cipolla (per un risultato perfetto vi consiglio di usare la mezzaluna) e fatela saltare in padella con i due cucchiai di olio per qualche minuto, fino a quando non diventa ben dorata.

2) Nel frattempo lavate la zucchina, la melanzana, i funghi e i pachino e fatene una dadolata.

3) Quando la cipolla inizia a dorarsi, aggiungete le verdure fatte a dadini, il sale e sfumate con del vino; lasciate cuocere per circa 30 minuti.

4) Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con l’acqua per cuocere il grano, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione: si cuoce come la pasta e il tempo di cottura si aggira solitamente intorno ai 7 minuti.

5) A cottura ultimata, scolate il grano, versatelo nella padella con le verdure, aggiungete i pezzettini di scamorza affumicata e fate saltare un paio di minuti in modo da amalgamare il tutto.

Se volete presentarlo al meglio, mettete il composto in un coppapasta, livellatelo e pressatelo bene con un cucchiaio, sfilate delicatamente la formina e servite con una foglia di basilico.

Io ho aggiunto anche delle fettine di scamorza sul perimetro del tortino…ma siete tutti irrimediabilmente golosi come me?

Il vostro tortino di grano alle verdure estive è pronto! Potete mangiarlo caldo, ma è ottimo anche freddo!

 

Print Friendly

1 commento

  1. ludovica sanporetti

Trackback e pingback

    Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

    Lascia un Commento