Buffer

Pane arcobaleno fatto in casa

Buon 2011 a tutti quanti! Domani è il giorno dell’Epifania, che tutte le feste porta via…molti di voi torneranno in ufficio venerdì, altri lunedì; comunque vada le feste sono finite. Per dimenticare la malinconia della “ripresa dopo le ferie”, vorrei proporvi una nuova ricetta per realizzare un pane colorato, divertente e molto aromatico: il pane arcobaleno, a base di impasti di colore bianco, giallo, rosso, verde e nero.

E’ un pane che ho sperimentato e proposto ai MIEI parenti in occasione del pranzo di Natale, ma naturalmente potete riproporlo quando volete.
Il risultato non è stato scoraggiante, ma sarebbe potuto venire meglio, sicuramente più lucido e ancora più colorato, se avessi disposto diversamente gli strati.
Questa volta però – essendo la prima – ho seguito alla lettera la ricetta di Sara Papa, la prossima volta invertirò un paio di colori e forse escluderò l’impasto bianco che spegne un pò il tutto.

La prima fase della realizzazione è un pò impegnativa, perché si dovranno fare cinque piccoli impasti differenti, ma una volta lievitati, il più è fatto!
Andiamo con ordine…

1) IMPASTO ROSSO
Unite 120 g di farina 0, (setacciata sul piano da lavoro), con 50 g di concentrato di pomodoro, 30 g di paprika dolce (due prese abbondanti), 25 g di acqua, un cucchiaino di miele (meglio se di castagno), 6 g di lievito di birra preso dal cubetto, 1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva, 2 prese abbondanti di sale.

RICORDATE!
La procedura ideale è sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e unirlo alla farina setacciata, aggiungere gradualmente gli altri ingredienti e lasciare per ultimo il sale.

Una volta fatta una pasta omogenea, mettetela in una ciotolina di vetro unta di olio, coprite con un panno umido e lasciate lievitare per un’oretta in un luogo tiepido, lontano da correnti d’aria (io l’ho messa nell’armadio).

2) A questo punto fate l’IMPASTO GIALLO; la procedura è la stessa – sia per questo che per gli altri impasti – cambiano solo alcuni degli ingredienti.
Unite 130 g di farina 0 setacciata, 20 g di curcuma, 1 bustina di zafferano, 75 g di acqua, un cucchiaino di miele, 6 g di lievito di birra preso dal cubetto, 1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva, 2 prese abbondanti di sale.
amalgamate gli ingredienti e mettete la pasta a lievitare, seguendo la stessa procedura dell’impasto rosso.

3) Per IMPASTO VERDE unite sempre 150 g di farina 0 setacciata, 4 foglie di spinaci frullate in 75 g di acqua, un cucchiaino di miele, 6 g di lievito di birra preso dal cubetto, 1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva, 2 prese abbondanti di sale.
Impastate i vari ingredienti – lasciando sempre il sale per ultimo – fate un composto omogeneo e lasciate lievitare.

4) IMPASTO BIANCO:
Unite 150 g di farina 0 setacciata, 75 g di acqua, 1 cucchiaino di miele, 6 g di lievito di birra preso dal cubetto, 1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva, 2 prese abbondanti di sale.
Impastate e mettete a lievitare in un luogo asciutto, coprendo bene la pasta.

5) IMPASTO NERO: vi consiglio di fare questo impasto per ultimo, perché la vostra tavola da lavoro diventerà nera come la pece!
Unite 150 di farina, 4-5 g di nero di seppia (io ho comprato le bustine monodose da 4 g), 75 g di acqua, 1 cucchiaino di miele, 6 g di lievito di birra preso dal cubetto, 1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva, 2 prese abbondanti di sale.
Impastate di nuovo e mettete la pasta a lievitare, come fatto per gli altri colori.

Trascorsa un’ora circa dal completamento dell’ultimo impasto, riprendete tutti i panetti, iniziando naturalmente dal primo che avete fatto: stendetelo con le mani e poi con il mattarello e fatene un rettangolo (le dimensioni dovranno essere di circa 15 per 20 cm, ma potete regolarvi a occhio seguendo questa indicazione), poggiatelo delicatamente sulla vostra tavola da lavoro ben infarinata e spennellatelo tutto con dell’uovo battuto.

Ripetete la stessa operazione per gli altri impasti e sovrapponete tutti i rettangoli, avendo cura di spennellare la superficie di ciascuno prima di poggiarci il rettangolo successivo.

Fatti tutti e cinque gli strati, potete iniziare a preparare i filoncini: con un coltello lungo e affilato tagliate il rettangolone multistrato per la lunghezza, facendo delle strisce larghe circa 5 cm, poi fermate le estremità, cercando di unire e incollare al meglio tutto gli strati; quindi- con un leggero movimento del polso – torceteli, in modo da mettere in risalto le diverse colorazioni e tutti gli strati multi-colore.

Sembra difficile, ma non lo è, anche perché i filoncini fanno un’ottima figura anche se non riuscite a fare una grande torsione.
A questo punto, spennellate i filoncini con dell’olio di oliva e avvolgeteli uno per uno con della carta da forno, come fossero tanti salsicciotti confezionati singolarmente.

Infornateli a 180 gradi (in forno preriscaldato) e fate cuocere circa 35 minuti. Lasciate freddare e servite!

PS: Io ho messo i filoncini su un vassoietto usa e getta e li ho avvolti con carta trasparente, così:

filoncini di pane arcobaleno impacchettati

filoncini di pane arcobaleno impacchettati

 

Print Friendly

2 commenti

  1. Daniela

Trackback e pingback

    Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

    Lascia un Commento