Buffer
esselunga a roma

Cosa comprare all’Esselunga

Cosa comprare da Esselunga? Sarà stata sicuramente questa la prima domanda dei consumatori romani quando – circa tre settimane fa – ha aperto nella Capitale il primo punto vendita romano del celebre supermercato lombardo Esselunga.
esselunga a roma

Innanzi tutto, occorre fare una piccola premessa, che – come tutte le opinioni personali – troverà conferme e condivisioni da alcuni e disapprovazioni da altri. Il supermercato Esselunga – a differenza di molti supermercati presenti a Roma – è al primo posto in termini di attenzione al cliente, disponibilità e gentilezza. Tranne alcune rare (e molto gradite) eccezioni, l’attenzione del personale dei grandi supermercati di Roma nei confronti di chi acquista è pressoché nulla. Pertanto, entrare da Esselunga, dove la cura dell’ordine sugli scaffali da parte degli inservienti e l’attenzione per i consumatori da parte degli assistenti e dei cassieri è la norma – rappresenta di per se una valida ragione per andare a visitare il nuovo store creato da Caprotti.

A questo si accompagna grande pulizia, ordine, cura e valorizzazione di tutte le tipologie di prodotti. Sì, è immagine e anche l’occhio vuole la sua parte.

Ma passiamo all’elenco delle cose da comprare da Esselunga, o almeno i prodotti che io personalmente acquisto, perché superiori (o gli unici disponibili) rispetto ai loro omologhi degli altri supermercati.

Cosa comprare all’Esselunga: 5 tipologie di prodotti da non perdere

  1. Un motivo per fare spesso una capatina all’Esselunga è rappresentato sicuramente dal reparto dedicato ai prodotti “Pronti da cuocere“, sia a base di carne che di pesce, tra i quali segnalo, in particolare, il misto per risotto ai frutti di mare venduto sottovuoto. Questo reparto – presente anche in altri supermercati – colpisce per la varietà dei prodotti e per la particolarità e la sfiziosità dei piatti, sopratuttutto quelli a base di pesce.
  2. Altro punto di forza sono i piatti pronti già cotti, sia caldi che freddi, ideali per chi va sempre di corsa – e non riesce a preparare la cena che vorrebbe – e per chi ha l’abitudine di pranzare in ufficio, perché vuole evitare di mangiare schifezze.
    Tra tutti spicca la torta Valdostana, perfetta per il pranzo in ufficio (qui trovate la ricetta per prepararla in casa qualora abbiate tempo e voglia), le terrine di carne e crostacei in gelatina (ideali per un antipasto chic in una cena tra amici) e il preparato per il costino toscano (ottimo). Per chi volesse tenersi leggero, consiglio le macedonie miste già pronte.
  3. Il terzo reparto che raccomando di visitare è il mio preferito: quello dei dolci confezionati a marchio Esselunga, dove troverete delle ottime crostate fatte con gli ingredienti giusti (ovvero burro e uova e non margarina o olio di cocco), la mitica sbrisolona (fatta con le mandorle e il burro, e non surrogati), senza dimenticare la ciambella emiliana, dolce di una volta che ricorda molto quelle fatte in casa.
    sbrisolona esselunga
  4. Non perdetevi un salto al banco frigo, nel reparto dedicato agli yogurt, dove troverete le eccellenze italiane e gusti golosi, introvabili altrove. Un esempio? Yogurt bianco colato con crema di pistacchi di Bronte.
  5. Da non perdere anche il banco dedicato al pane e prodotti similari imbustati: consiglio i pancake Esselunga, molto simili agli originali, e le mitiche tigelle salvacena (basta tagliarle, farcirle e piastrarle e la cena è pronta).

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly

Lascia un Commento