Buffer

come cucinare la zucca
Come cucinare la zucca?
Sarà stata sicuramente questa la domanda che vi sarete posti al mercato, al momento di comprare delle belle fettone di zucca arancioni, o quando vostra madre ve l’ha impacchettata per bene in un busta di carta l’ultima volta che siete andati a trovarla. E allora, che ci facciamo con queste fette di zucca?

Per fortuna, è un ingrediente davvero molto versatile, con il quale si possono preparari degli ottimi primi piatti, dalle lasagne alla pasta corta, passando per bucatini, spaghetti e fettuccini, dei contorni gustosi, magari arricchiti con pancetta o salsiccia, ma anche dei piatti unici – come ad esempio quiche, torte salate e rustici a base di verdure – e perfino dei dessert, visto che la zucca – proprio come carote e finocchi – è piuttosto dolce e quindi adatta alla preparazione di pietanze molto diverse.

Prima di iniziare a suggerirvi i vari metodi di cottura, vorrei indicarvi alcuni ingredienti con i quali la zucca diventa qualcosa di superlativo: la pancetta affumicata, la scamorza e le castagne, altro ingrediente autunnale, proprio come la protagonista di quest post.
Ma vediamo ora come cucinare la zucca: ecco 3 modi semplici di cuocerla.

Come cucinare la zucca: 3 modi di cuocerla

Il primo metodo è semplicissimo e anche molto rapido: pulite la buccia della zucca con un panno umido, poi sbucciatela, tagliatela a fettine o a dadini, mettetela nella pentola a pressione, copritela d’acqua, salate e mettete tutto sul fuoco, avendo cura di chiudere bene il coperchio della pentola. Lasciate cuocere 20 minuti da quando la valvola della pentola a pressione inizia a fischiare.

Se invece non avete la pentola a pressione, lasciatela cuocere per 40 minuti in acqua bollente salata.

Un altro metodo per cuocere la zucca facilmente è in forno: pulite la buccia, sbucciatela, tagliatela a fette, disponete le fette di zucca su una teglia foderata con carta da forno, condite con olio, sale e pepe e infornate – in forno preriscaldato a 180 gradi – per almeno 30 minuti.

In tutti e tre i casi, la zucca sarà cotta a dovere quando i rebbi della forchetta si infileranno con facilità nella polpa.
Una volta cotta, potete utilizzarla per realizzare una lasagna di zucca con i funghi porcini, oppure una lasagna più ricca, ideale per la domenica, con scamorza e prosiutto cotto, oppure un bel risotto con funghi e prosciutto cotto, in alternativa potete preparare una pasta con zucca, radicchio, provola e castagne, mentre chi vuole stare più leggero può optare per una zuppa depurativa di zucca e porri oppure una gustosa zuppa di zucca, con ucchine, pancetta e zafferano. Un’alternativa? Paccheri con zucca, pancetta e formaggio.

Se invece volete preparare un piatto unico, vi consiglio gli involtini di pasta fillo (oppure pasta sfoglia) ripieni di zucca, verza e baccalà o una torta rustica di zucca, ideale per poter riciclare gli avanzi di frigo. Qui invece potete trovare una ricetta per realizzare una crema a base di zucca e nocciole per condire carne o pesce lesso.

Non siete ancora contenti? Allora provate la faraona alla birra ripiena di zucca e castagne!
E per concludere, un ciambellone alla zucca e la torta di zucca allo zafferano.

Print Friendly
Come cucinare la zucca: ricette e consigli di cottura
Verdiana

Verdiana


Mi chiamo Verdiana Amorosi, ho 34 anni, vivo a Roma, ma mi sento a casa in qualsiasi posto del mondo. Adoro i viaggi, la cucina, i libri, le passeggiate all'aria aperta e i paesaggi provenzali. Dopo la laurea in lingue e letterature straniere, ho deciso di dedicarmi al giornalismo, sono diventata pubblicista e dopo alcuni anni di collaborazioni in vari settori ho virato definitivamente verso il web marketing. Oggi mi occupo di search marketing e - oltre ad adorare il mio lavoro e il mondo internet - ho una grande passione per il cibo sano e di qualità. Ho seguito corsi di cucina e panificazione tenuti da Sara Papa e nel tempo libero mi diverto a sperimentare nuove ricette o a rivisitare quelle tradizionali.


Post navigation


One thought on “Come cucinare la zucca: ricette e consigli di cottura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *