Buffer

Pane di segale con semi di papavero

pane di segale fatto in casaIn questo post vi propongo la ricetta del pane di segale con semi di papavero, uno degli emblemi più significativi della tradizione gastronomica dell’Alto Adige, dove il pane viene fatto soprattutto con farine scure (integrale, di segale, ecc) e con l’aggiunta di semi vari, come papavero, sesamo, zucca, girasole o di lino.
In questo caso, all’impasto base, ho aggiunto semplicemente dei semini di papavero, che rendono più allegro l’aspetto delle pagnotte scure.
A differenza del pane bianco, che troviamo normalmente nei panifici, quello di segale ha il pregio di contenere un quantitativo minore di zuccheri e per questo è particolarmente indicato non solo per chi è a dieta, ma soprattutto per i diabetici e coloro che devono tenere sotto controllo la glicemia.
Oltre ad essere più salutare, il pane di segale è anche più rustico e aromatico, ideale per chi apprezza i sapori genuini di montagna.
Può essere servito con del miele o della marmellata per la colazione o la merenda del pomeriggio, ma è buonissimo anche con le verdure grigliate o cotte al forno.

Ingredienti per 2 piccole pagnotte di segale:

500 g di farina di segale (in alternativa potete unire 250 di farina di segale e 250 g di farina 2, integrale così verrà meno scuro ma ugualmente aromatico)
270 g di acqua tiepida
12 g di lievito di birra
1 presa di sale
1 cucchiaio di olio
3 cucchiai di semi di papavero a piacere (opzionali)

Forse ti potrebbe interessare anche:
pan brioche salato con nduja e sesamo
panini di grano duro
tortano napoletano senza strutto
pane integrale con lievito naturale

Preparazione del pane di segale:

    • Setacciate la farina a disponetela a fontana in una ciotola capiente, poi mettete l’acqua tiepida in un contenitore e scioglieteci il lievito di birra, mescolate e versate il liquido sulla farina, amalgamate e aggiungete l’olio, poi unite il sale, i semi e impastate per unire bene tutti gli ingredienti.
      La farina di segale risulta più granulosa e tenderà ad assorbire più acqua della farina bianca, quindi – se l’impasto risultasse troppo asciutto e difficile da amalgamare – aggiungete un filo d’acqua.
      unite la farina di segale al lievito acqua e olio
    • Impastate per qualche minuto, poi stendete l’impasto con le mani fino ad ottenere un rettangolo più o meno regolare, ripiegate i lati verso l’interno, chiudete a libretto e impastate di nuovo per altri 3-4 minuti, poi ripetete l’operazione, quindi rimpastate e formate un panetto. date all impasto la forma di un rettangolo
    • Trasferite l’impasto in una ciotola oliata, copritela con un panno pulito e lasciate lievitare in una madia per almeno 3 ore.
      Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, accendete il forno a 200 gradi e in attesa che arrivi a temperatura dividete l’impasto in 2-3 panetti, date a ognuno la forma di una pagnotta tonda, incidete una croce sulla superficie e spennellate con dell’olio extra vergine di oliva, trasferite le pagnotte di pane su una teglia foderata con carta da forno.
      date all'impasto la forma di 2 o 3 panetti
    • Infornate, abbassate la temperatura a 180 gradi e fate cuocere per 25 minuti.
      Una volta cotte le pagnotte, sfornate, lasciate freddare e servite!

NB: in alternativa, potete far lievitare l’impasto in una teglia per plum cake e farla cuocere direttamente lì, così verrà un pane di segale in cassetta, che risulterà comodo da tagliare, specie se vorrete surgelarlo.
pane di segale in cassetta

 

 

 

Print Friendly

5 commenti

  1. Lauravale Lauravale
  2. Francesca
  3. rita

Trackback e pingback

    Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

    Lascia un Commento