Buffer
muffin-veloci-dietetici-ai-mirtilli-rossi-e-cioccolata

Muffin light ai mirtilli rossi e cioccolata

muffin-veloci-dietetici-ai-mirtilli-rossi-e-cioccolata
Nel desiderio di rievocare i profumi e i sapori estivi dell’Alto Adige, domenica scorsa ho preparato dei muffin light ai mirtilli rossi e gocce di cioccolata al latte. Nell’impasto ho evitato di mettere burro o olio e ho usato semplicemente un vasetto di yogurt bianco di capra bio.
La ricetta è semplicissima, leggera e il risultato è strepitoso: sebbene non ci siano grassi, i muffin light risultano fragranti e morbidissimi, anche dopo 2-3 giorni!

Ingredienti per circa 10 muffin:
150 g di yogurt di capra bianco naturale
70 g di zucchero di canna
2 uova
60 g di amido di mais
130 g di farina 1
mezza bustina di lievito per dolci
2 cucchiai abbondanti di mirtilli rossi essiccati
70 g di cioccolata al latte (o se preferite fondente)

Preparazione:
1) Per prima cosa, spezzettate la cioccolata al latte in tanti dadini, poi con il coltellone del pane riducetela a scagliette, quindi versate tutto in una ciotolina.

2) Preriscaldate il forno a 180 gradi, poi in una terrina capiente, mettete lo yogurt, le uova e lo zucchero, mescolate e battete con una frusta fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e spumoso.

3) Unite la farina setacciata, l’amido di mais e il lievito e con la frusta mescolate energicamente per sciogliere tutti gli eventuali grumi.

unite-la-farina-alla-pastella-di-uova-yogurt-e-zucchero

4) Quando avrete incorporato tutta la farina e l’amido di mais, aggiungete i mirtilli e la cioccolata spezzettata. Mescolate e versate il composto negli appositi stampini da muffin (o negli stampini che usate normalmente per i dolci monoporzione, io uso quelli in silicone quindi non c’è bisogno di imburrarli).

riempite-gli-stampini-da-muffin

5) Metteteli in forno, abbassate la temperatura a 160 gradi e fate cuocere per 20-25 minuti (fate sempre la prova dello stecchino), poi sfornate, lasciate freddare e servite! I vostri muffin light sono pronti da gustare, magari accompagnati da un bel tea caldo o una tisana alle erbe…tanto per ricordarci dell’Alto Adige!

Print Friendly

1 commento

  1. Irene

Trackback e pingback

    Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

    Lascia un Commento