Buffer

Pasta all’uovo fatta in casa ripiena di merluzzo e granella di pistacchi

pasta-all-uovo-fatta-in-casa-ripiena-di-pesceErano mesi che avevo in mente di fare la pasta all’uovo in casa, ma poi, per un motivo o per l’altro, ho sempre abbandonato l’idea.
Domenica scorsa finalmente mi sono decisa: ho preso uova fresche allevate a terra, semola di grano duro, tavola da lavoro in legno, mattarello e macchinetta (finalmente ho comprato una macchinetta per stendere la pasta, appena 20 euro e ti risparmi una gran fatica!) e ho dato il via alle danze…
Il risultato è stato soddisfacente, anche se forse avrei dovuto stenderla meno e lasciarla leggermente più spessa.
Ho creato dei mega fagottini casarecci ripieni di merluzzo e granella di pistacchi tostati e ne è uscito un piatto davvero buono!

Ingredienti per 2 persone:
per la pasta all’uovo
100 g di semola di grano duro
1 uovo grande
1 pizzico di sale

per la farcia:
100 g di merluzzo
2 manciate di granella di pistacchi
4 pomodori pachino
1 manciata di prezzemolo
qualche foglia di basilico

per la salsa:
un sacchetto di vongole
qualche pachino
1 spicchio di aglio
prezzemolo
olio
sale
pepe

Preparazione:
1) Iniziate con la preparazione della pasta: in una terrina unite la farina, l’uovo e il sale, mescolate e impastate energicamente per qualche minuto, poi trasferite l’impasto sul vostro piano di lavoro infarinato, impastate per 4-5 minuti, poi date all’impasto la forma di una palla, adagiatela sul vostro piano da lavoro (o su un piatto) e copritela con una terrina di vetro capovolta: lasciatela così per un’ora e quando andrete a riprenderla sarà morbidissima, come se l’aveste lavorata per 2 ore!

coprite-la-pasta-con-una-terrina-di-vetro-e-lasciatela-cosi-per-2-ore

 

 

 

 

 

 

 

 

2) Nel frattempo preparate l’impasto per il ripieno: lessate il merluzzo fino a quando non sarà morbido, poi scolatelo, trasferitelo in una terrina e sminuzzatelo fino ad ottenere quasi una poltiglia, poi aggiungete un filo d’olio, prezzemolo e basilico a pezzetti, pachino a pezzettini e granella di pistacchi tostati, mescolate e tenete da parte.

ripieno-di-merluzzo-vongole-granella-di-pistacchi

 

 

 

 

 

 

 

 

3) Fatto questo, preparate la salsa : fate riscaldare una pentola di media grandezza, versate un filo d’olio, uno spicchio d’aglio, qualche pachino tagliato a metà e aggiungete le vongole, coprite e lasciate cuocere per circa 20-30 minuti, fino a quando non si saranno aperte. Poi mettete una manciata di vongole sgusciate nel ripieno che avete preparato per farcire la pasta.

vongole-per-la-salsa-con-cui-condire-la-pasta-fresca

 

 

 

 

 

 

 

 

4) A questo punto, riprendete la pasta, stendetela con il mattarello fino ad ottenere lo spessore di 1 cm, poi:
- se avete la macchinetta per la pasta in casa, tagliate la pasta in vari rettangoli e – a uno a uno – passateli nel rullo fino ad ottenere un medio spessore (non la fate troppo fina altrimenti la pasta si romperà al momento di farcirla).
- se non avete la macchinetta, continuate a stenderla con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di 3-4 mm e ritagliate lo strato otteneuto in tanti rettangoli più o meno regolari (circa 10 cm per 20).

stendete-la-pasta-formando-tante-strisce-piuttosto-fini

 

 

 

 

 

 

 

 

5) Ottenuti tanti piccoli rettangoli di pasta, non resta che ritagliarli in tanti quadrotti e farcirli: adagiate un cucchiaio di impasto su ciascun quadrato, ripiegate la pasta su se stessa formando un fagottino e assicuratevi di sigillare bene i bordi (eventualmente bagnateli con dell’acqua per rendere la pasta più collosa e morbida).

farcite-la-pasta-poi-ripiegatela-ritagliatela-e-chiudetela-a-fagottino
chiudete-bene-i-fagottini-incollando-i-bordi

 

 

 

 

 

Una volta ottenuti tanti fagottini (non importa la forma, inventatevi quella che più vi piace, io ho fatto le mie “verdianelle ripiene”, ma voi date loro il nome che preferite!), lessate i fagottini nell’acqua bollente salata per 3-4 minuti, poi scolateli, adagiateli su un piatto da portata, copriteli con il sugo delle vongole e servite!

fagottini-pronti-per-essere-cotti

Print Friendly

Lascia un Commento