Buffer

Pane ciabatta con il poolish

ciabattine-di-pane

In questo post ho descritto – passo per passo – la ricetta per realizzare il pane ciabatta con il poolish, secondo una ricetta di Sara Papa, che a sua volta ha imparato dal Maestro Giorilli. Il risultato è spettacolare, provare per credere!

Il tutto è nato qualche settimana fa, quando è stata data la notizia riguardante il lancio di Adagio, un nuovo panino realizzato dal celebre chef Gualtiero Marchesi e distribuito dalla catena Mcdonald’s per portare l’alta cucina Italiana nei fast food. L’iniziativa aveva subito destato grandi dubbi e sospetti, a cominciare dall’associazione slow food, che aveva preso immediatamente le distanze dall’operazione, giudicata da molti gastronomi e non come una trovata di marketing, ovvero un banale tentativo di risollevare l’immagine del fast food (da anni accusato di contribuire fortemente all’obesità di grandi e piccoli) grazie all’immagine di Marchesi.

Di fronte a questo dibattito mi sono incuriosita e ho pensato che prima di giudicare bisogna toccare con mano, anche perché mi sono detta: “Se Gualtiero Marchesi si mette al servizio del Mcdonald’s lo farà almeno per una giusta causa, qualcosa per cui vale davvero la pena rischiare di sporcare indelebilmente la propria immagine”…e così alcuni giorni fa, dopo una passeggiata per le vie del centro, mi sono fermata al Mcdonald’s e ho preso il tanto discusso Adagio, incartato e presentato nella classica scatolina di cartone, proprio come un qualsiasi altro panino Mcdonald’s.
Aprendo la scatolina sono rimasta piacevolmente sorpresa alla vista della granella di mandorle che copriva la superficie del pane, peccato non sapesse di nulla, e aprendo il panino ecco l’amara sorpresa. All’interno c’era un comunissimo hamburger di carne, una normalissima fettina di pomodoro, appena sporcati da una mousse di melanzane lesse e scondite, e una spolverata di ricotta salata, di cui però si sentiva soltanto il sale.
Insomma, con un pizzico di amarezza e tristezza, posso dire con fermezza che il nuovo panino Adagio non ha nulla di differente rispetto ad un qualsiasi altro panino di McDonald’s  e quindi il maestro Marchesi, chef di fama internazionale, ha venduto il suo estro e la sua immagine per “sporcarla” in una mera operazione commerciale (è proprio il caso di dirlo) di pessimo gusto…

Volete davvero un panino con i fiocchi? Seguite questa ricetta per preparare in casa le ciabattine di pane! Anche da sole, senza companatico, saranno una delizia per il palato.Sono così buone e perfette, che questa volta ho apportato soltanto una piccolissima modifica per rendere la superficie del pane ancora più golosa.

Ingredienti per fare dei panini di pane ciabatta con il poolish:

1 kg di farina 1 setacciata
250 g di semola rimacinata di grano duro
650 g di acqua
mezzo cubetto di lievito di birra
15 g di sale
1 cucchiaino di miele o zucchero
una tazzina di latte per spennellare la superficie

Pane ciabatta con il poolish: la preparazione:

  1. La sera prima di fare il pane, impastate il poolish: sciogliete 1 grammo di lievito di birra in 300 g di acqua tiepida, versate il liquido in una ciotola in cui avrete messo 300 g di farina e impastate fino ad ottenere un composto semiliquido, liscio ed omogeneo.
    Copritelo con una pellicola trasparente, sigillando bene i bordi della ciotola e lasciate lievitare il poolish in un armadio ben chiuso, al riparo da correnti d’aria, per tutta la notte.
  2. Il giorno successivo sciogliete 12 g di lievito di birra in 350 g di acqua tiepida, versatelo su 600 g di farina e impastate, unite il poolish (che nel frattempo avrà raddoppiato il suo volume) e amalgamate i due impasti in modo da averne uno uniforme, aggiungete il sale, il miele (oppure lo zucchero) e impastate per qualche minuto (l’impasto dovrà risultare appiccicoso e difficile da gestire, ma non vi preoccupate, resistete alla tentazione di aggiungete la farina), poi – aiutandovi con una spatola – mettete l’impasto in una ciotola di vetro ben oliata, coprite con della pellicola e lasciate lievitare per circa 3 ore.
  3. Una volta lievitato, riprendete l’impasto e versatelo delicatamente sulla tavola da lavoro che avrete cosparso di semola rimacinata di grano duro, spolverizzate la superficie dell’impasto con altra semola e delicatamente – senza toccare troppo la pasta – datele una forma rettangolare.
    Con una spatola o un tarocco, tagliate tante strisce larghe circa 5 cm e lunghe 10 cm, ritagliate ogni striscia in 3 pezzi, in modo da avere tante piccole ciabattine.
  4. A questo punto, delicatamente – e usando solo i polpastrelli – prendete le ciabattine una per volta e sistematele su una teglia foderata con carta da forno. Spennellate la superficie con abbondante latte, quindi infornate a 200 gradi e fate cuocere per circa 18-20 minuti.

CONSIGLIO!
Per rendere i panini più morbidi, una volta inserita la teglia nel forno, mettete 2-3 cubetti di ghiaccio sul fondo del forno: in questo modo si formerà un leggero vapore  che renderà perfetto il vostro pane!
A cottura ultimata, sfornate, lasciate freddare e …gustatevi il sapore del pane vero!

Print Friendly

Lascia un Commento